mercoledì 23 gennaio 2013

A tavola dialogando


A tavola dialogando
Sfatiamo i luoghi comuni




È risaputo che nell'era di internet le relazioni amorose/sessuali sono in crisi, i giovani di oggi sembrano non dare più sufficiente peso alla relazione erotica amorosa passionale e non sappiamo le vere motivazioni. Non sono capaci? Sono troppo distratti dall'eccessiva offerta comunicativa? Sono annoiati perché hanno troppo? Sono troppo protetti? Forse tutte queste domande nascondono un po' di verità, il fatto è che i loro genitori hanno una vita sessuale molto più vivace pur essendo ultra cinquantenni. Forse non se ne parla abbastanza e come dice uno dei commentatori del blog, Luciano, sarebbe il caso di non perdere l'occasione mai e magari parlarne a tavola. Credo sia uno spunto di riflessione importante, una famiglia a tavola si ritrova dopo una giornata fuori casa e parlare di tante cose risulta un'opportunità da non perdere. Cosa è accaduto durante la giornata, gli incontri fatti, le proprie considerazioni critiche sugli eventi e così si giunge anche a parlare delle simpatie e degli amori. Con i tempi e i modi più opportuni a seconda dell'età dei figli si può parlare anche di sesso. Certo non si andrà a raccontare come e quando i genitori lo fanno, questo resta un rapporto di coppia privato, ma si può dialogare sul significato e il piacere del sesso affinché i figli crescano con una giusta visione della sessualità. Qualcosa di bello, buono e salutare. Al di là degli usi e costumi dei nostri filosofi Greci antichi in campo sessuale, non scordiamo che ci hanno tramandato la loro abitudine al confronto durante i banchetti: il dialogo Simposio ne è un esempio di straordinaria e attuale capacità di mangiare, bere un buon bicchiere di vino mentre si sta insieme discutendo di vari argomenti.
Maria Giovanna Farina www.mariagiovannafarina.it

1 commento:

  1. A tavola se ne parla molto e anche con rilassatezza e ironia. Dal mio microcosmo, avendo due figli maschi, osservandoli e osservando le loro amicizie, spesso mi ritrovo, pur evitando di essere invasiva, a toccare alcuni argomenti generali per poi avere piccole o grandi confidenze sul loro vissuto affettivo. I giovani ne parlano comunque molto fra di loro e nel gruppo (anche attraverso internet). Iniziano le loro relazioni "amorose" molto presto e in particolare le ragazze ne parlano incessantemente e con linguaggio e dimostrazione affettiva molto più libera rispetto alla nostra gioventù. Si misurano e comunicano con maggior parità. Forse i ragazzi sono più intimoriti, ma si stanno facendo le ossa...tempo al tempo. I giovani sono molto più consapevoli di quello che crediamo, vedono in toto l'esperienza degli adulti (divorzi e separazioni, confusioni sentimentali ecc). Non credono più alla favola di cenerentola...pur cercando amore sono più disincantati. Sicuramente esiste anche l'eccesso, a volte c'è sottovalutazione dell'importanza e delle sfumature profonde erotico/amorose/passionali...del resto non si finisce mai di imparare. Io ho comunque fiducia in loro...sapranno gestirsi molto meglio di noi, sbagliando...cadendo e rinascendo...ogni volta!!!

    RispondiElimina