venerdì 30 gennaio 2015

L'amore può durare?

L'amore in età matura

Immagine del film Mai così vicini


L'amore in una coppia è un continuo incontrarsi, è un rinnovamento ad ogni incontro, queste una delle considerazioni emerse e raccontate da Alberoni durante la presentazione del mio romanzo “Dimmi che mi ami” a Milano: libro che mette in luce questo importante passaggio teorico. L'amore non ha un percorso lineare anche se è un amore che dura. Non importa quando sia la durata di questa relazione, la cosa fondamentale perché si possa considerare un amore che dura è che rimanga viva non solo la passione spirituale, ma anche quella erotica. È il desiderio continuo dell'altro che fa dell'amore che dura anche un baluardo contro la vecchiaia che incombe. Chi ha un amore durante l'età matura è appagato, sta bene, non cade in depressione, non si sente solo. Ne L'arte di amare ed da Sonzogno, il saggio che conclude la ricerca teorica di Alberoni, l'autore ci dà importanti istruzioni che anch'io uso nella pratica filosofica per aiutare le persone a risolvere le difficoltà di relazione. Ci racconta infatti che nel grande amore erotico che dura noi continuiamo ad amare la nostra amata anche se è ingrassata, o dimagrita, o invecchiata perché nell’innamoramento tu non ti innamori della persona più bella in base ai criteri sociali, ma di quella che è bella in base ai tuoi personali criteri inconsci. In questo tipo di amore la persona che ami continua a piacerti anche se cambia, anche se è ingrassata, o dimagrita, o invecchiata, anche se in certi momenti anche tu non la vedi bella perché segui i criteri di bellezza sociali. Perché quando se sei innamorato (e in questo tipo di amore l'innamoramento continua) quando la re-incontri torni a guardarla con i criteri estetici del tuo inconscio. Esattamente come una madre vede bello suo figlio a due anni, a venti o a cinquanta. Allora di colpo torni a vederla bellissima, l’unica senza la quale non puoi stare, quella che corrisponde miracolosamente a ciò che hai sempre desiderato. Ciò è naturalmente declinato anche al maschile. 

Maria Giovanna Farina www.mariagiovannafarina.it

© Riproduzione riservata



1 commento: