lunedì 4 marzo 2013

Ho messo le ali


L'amore può riempire le panchine?
di Maria Giovanna Farina

testo pubblicato nel blog di Federica Ferretti




I PRESENTAZIONE LIBRO: 
6 marzo ore 18 la Feltrinelli via Manzoni 12 Milano 

Mi rifaccio al titolo del blog di Federica Ferretti per dire cos'è per me
l'amore: è anche riempire le panchine. Riempirle di incontri, di dialoghi con
chi ti vuole ascoltare, con chi comprende davvero quello che hai da dire. Non
lasciar parlare l'altro è una forma di prevaricazione, quando ti siedi su una
panchina con una persona speciale puoi invece riempire i tuoi vuoti interiori
di nuovo cibo per l'anima, un cibo nutriente che non vuoi e non puoi
assolutamente rifiutare. Vi ricordate Paolo e Francesca nell'Inferno di Dante?
Una coppia di innamorati che fecero una fine eternamente infelice nel V canto
dell'Inferno, ma la protagonista della mia storia è una Francesca più
fortunata: si libera completamente dalle catene dell'anima e mette le ali
grazie a Paolo, un filosofo che sa liberarla. Volare è alzarsi dalla nostra
postazione per osservare le cose da un punto di vista più ampio, ma volare è
anche prendersi meno sul serio per vivere con il giusto distacco la propria
esistenza. Sulla panchina del dialogo Francesca ritrova se stessa e impara a
difendersi dalle prevaricazioni sperimentando piccoli e grandi suggerimenti del
suo amico filosofo. Dalla panchina al mondo il passo sembra breve: quando hai
compreso come vivere, sai essere ironica e prenderti gioco delle tue
difficoltà, quel gioco che diviene un muoversi liberamente tra un piano e
l'altro di te stessa per non soccombere più. L'amore di Paolo per la sua
“allieva” è un sentimento spirituale che la guarisce dalle ferite e la
accompagna verso la vita. Ma l'amore è allo stesso tempo incontro di corpi e
questo Francesca lo riesce a vivere appieno grazie ad una rinnovata fiducia
nelle proprie capacità. Impara anche a non vomitare più, rifiutare il cibo è un
dichiarare che non hai più spazio per cose dolorose, che hai bisogno d'amore
come non mai. Paolo le insegna che l'amore è un diritto e per averlo non deve
più rinunciare a se stessa.

Maria Giovanna Farina, Ho messo le ali, Rupe Mutevole editore, collana Echi da internet
Dalla quarta di di copertina: “un libro divertente e delizioso che vi darà di
certo molti spunti per cavarvela nelle piccole e grandi difficoltà della vita”.
Francesco Alberoni




2 commenti:

  1. really nice and interesting.
    compliments MariaGiovanna

    GinaDD

    RispondiElimina
  2. C'è una cosa che mi colpisce di Maria Giovanna, ho la fortissima percezione, che lei viva la vita semplicemente, che assapori i momenti di tutti i giorni con un sorriso leggero,soave e estremamente intelligente sulle labbra, non sò, ma questa idea di lei mi piace molto, lo leggo fra le righe dei suoi commenti e nelle pagine dei suoi libri, complimenti Maria Giovanna !
    Rosa Colacoci

    RispondiElimina